Filler acido ialuronico

Filler acido ialuronico: che cos’é? La pelle contiene acido ialuronico, una molecola che, trattenendo l’acqua, determina forma e turgore cutaneo. La concentrazione di tale molecola si riduce con l’età per un naturale processo di invecchiamento fisiologico.

filler acido ialuronico

L’iniezione nel derma o nel tessuto sottocutaneo di filler acido ialuronico serve a compensare questa perdita naturale ristrutturando aree che hanno perso tonicità e può inoltre essere utilizzato come volumizzante (filler, dall’inglese to fill = riempire) per subunità estetiche che vogliano essere valorizzate.

I fillers possono essere utilizzati con due finalità differenti:

  • modificare le subunità estetiche del volto, ad esempio per ridurre il gibbo nasale (vedi rinofiller), l’aspetto dell’occhio incavato, oppure per dare una maggiore sensualità al volto aumentando la proiezione degli zigomi o il volume delle labbra

In questo caso i fillers possono essere fatti a qualunque età perchè hanno la finalità di ridurre/eliminare un difetto estetico reale o che viene percepito come tale dalla paziente.

I fillers utilizzati variano a seconda della sede anatomica, delle caratteristiche individuali della paziente e dell’abilità del chirurgo:

ad esempio per gli zigomi si possono utilizzare filler a diverso peso molecolare e resistenza elastica a seconda della profondità che si vuole raggiungere e dell’effetto che si vuole ottenere, per il naso si possono utilizzare fillers differenti a seconda dell’abilità tecnica del chirurgo ad eseguire il rinofiller, sulle labbra si possono utilizzare fillers che hanno morbidezza e velocità di riassorbimento differenti a seconda dei desideri della paziente.

  • ridurre i segni dell’età

A tal proposito noi crediamo che il trattamento con acido ialuronico per ridurre i segni di invecchiamento facciale debba avere due obbiettivi principali:

  • correggere le rughe superficiali, da solo o eventualmente in associazione al botulino e/o a macchinari che rigenerano i tessuti (laser, biostimolazione meccanica, radiofrequenze frazionate, ultrasuoni microfocalizzati). In questo caso occorre utilizzare acidi ialuronici a bassa densità ed elevata fluidità perché devono essere posizionati molto in superficie senza lasciare segni visibili.
  • riposizionare i tessuti, da solo o in combinazione con i fili. In tal caso occorre utilizzare acidi ialuronici ad alta densità, alto peso molecolare e soprattutto elevata elasticità e resistenza alla trazione (G’PRIME). Queste ultime caratteristiche reologiche sono fondamentali quando vogliamo risollevare uno zigomo in modo naturale, perché dobbiamo poter posizionare il filler ad adeguata profondità, sotto i muscoli mimici o appena sopra lo scheletro osseo (in modo che non si veda mai, neanche quando si sorride!!), ma che, nonostante la pressione dei tessuti sovrastanti, si mantenga stabile, come una sorta di protesi liquida, altrimenti si corre il rischio di avere dei visi arrotondati, omologati, con l’aspetto “rifatto” proprio perché il filler si è distribuito “un po’ ovunque”.

In definitiva noi riteniamo che solo chi possiede una profonda conoscenza dell’anatomia facciale e dei meccanismi d’invecchiamento sia in grado di trattare efficacemente un viso con dei segni del tempo, avendo ben chiaro come poter riportare il volto ad un aspetto pre-esistente (cioè che esisteva qualche anno prima), non ad una trasformazione in qualcosa di diverso che prima non esisteva.

Noi crediamo che la medicina estetica moderna debba ottenere risultati soddisfacenti senza causare dolore e senza effetti collaterali quali la visibilità sociale legata ad irregolarità cutanee, gonfiore, ecchimosi od ematomi

Per questo motivo usiamo solo prodotti di marche di consolidata fama, di ultima generazione, con acidi ialuronici che contengano lidocaina. Inoltre utilizziamo, dove possibile, la cannula al posto dell’ago per non incorrere nel rischio di ledere un vaso sanguigno.