Otoplastica

L’otoplastica permette il rimodellamento delle orecchie troppo sporgenti rispetto al cranio. E’ il solo intervento di chirurgia estetica che può essere eseguito anche sui bambini. L’intervento non ha ripercussioni sull’udito.

L’intervento viene eseguito nei casi in cui il padiglione auricolare presenti una eccessiva proiezione anteriore, spesso accompagnata da un eccessivo sviluppo della conca e dall’assenza della piega antelicale.

Si può intervenire su entrambe le orecchie oppure su una sola, e la tecnica chirurgica può differire su ciascun lato.

L’intervento è eseguito frequentemente anche sui bambini a partire dai 7/8 anni, al fine di ridurre loro il possibile disagio nell’età scolare.

L’operazione consiste nell’effettuare un’incisione posteriore nel solco auricolare, effettuare una serie di manovre chirurgiche che permettano di “ripiegare all’indietro” il padiglione auricolare ricreando la piega dell’antelice ed eliminando l’eventuale eccesso della conca che va ricollocata nell’opportuna sede retro mastoidea.

Noi talvolta associamo alla classica incisione sulla piega posteriore dell’orecchio, un piccolo taglio anteriore che ci permette di modellare nel modo più naturale possibile l’orecchio in modo che non assuma un aspetto “chirurgico”.

Se le condizioni cliniche lo permettono è possibile eseguire un’otoplastica senza cicatrici, cioè solo con un piccolo taglio anteriore che dopo alcune settimane risulta praticamente invisibile.

I risultati dell’intervento di otoplastica sono immediatamente visibili nonostante il gonfiore post operatorio.

La correzione ottenuta si mantiene stabile negli anni, qualche volta  può essere necessario effettuare una piccola correzione a distanza di poco tempo per eliminare  imperfezioni residue.

Dopo l’intervento occorre portare una fascia elastica per una settimana giorno e notte che ha la funzione di mantenere in sede la medicazione.

L’operazione viene eseguita in anestesia locale, eventualmente assistita dall’anestesista e dura all’incirca un’ora e mezza.

Foto casi prima e dopo

Otoplastica 1.1 - Dr. CraveroOtoplastica 1.2Otoplastica 1.3Otoplastica 1.4 - Dr. Cravero

Domande e risposte più frequenti sull’intervento di otoplastica

E’ doloroso?
L’area del padiglione auricolare  è riccamente innervata in quanto importante area erogena.

Pertanto l’intervento, per quanto a carattere ambulatoriale, talvolta è percepito come doloroso, peraltro il dolore è sempre controllabile mediante antidolorifici.

Le orecchie a sventola possono recidivare dopo l’intervento?
L’otoplastica è forse l’intervento estetico con il maggior rischio di recidiva, in tal caso occorre effettuare un ritocco dopo due o tre mesi, si tratta comunque di recidive parziali e non di un ritorno alle condizioni di partenza.