Lifting facciale

Il Lifting del Viso (lifting del volto o ritidectomia) è la più importante procedura chirurgica per contrastare l’invecchiamento facciale. Noi eseguiamo il lifting mediante lo stiramento/riposizionamento dei muscoli del viso (SMAS) e, dove necessario, la rimozione o l’introduzione del grasso.

Il grado di miglioramento varia da soggetto a soggetto ed è ovviamente influenzato dalle condizioni di partenza della pelle, dal grado di danno prodotto dalle radiazioni solari e dal fumo, dalle strutture muscolari ed ossee sottostanti e da una varietà di altri fattori.

L’intervento generalmente viene eseguito in anestesia generale. 
La durata dell’intervento è di circa 4 ore. La linea di incisione parte dal cuoio capelluto in regione temporale, prosegue davanti all’orecchio, curva intorno al lobo auricolare continuando nel solco dietro l’orecchio e talvolta prosegue in basso terminando nei capelli della regione della nuca. Attraverso queste incisioni la cute è sollevata e liberata dai tessuti muscolari sottostanti.

A questo punto noi effettuiamo il lifting vero e proprio eseguendo dei lembi muscolari che vengono trazionati in alto e fissati a delle strutture solide. La cute quindi viene riposizionata rimuovendone l’eccedenza senza alcuna tensione residua in modo che le ferite chirurgiche possano guarire senza eccessive sollecitazioni e le cicatrici risultino invisibili.

Una prima visita di consulto con il chirurgo chiarirà meglio i risultati e rischi legati a questo tipo di intervento.

E’ fondamentale che il paziente diventi consapevole, durante il colloquio, che il nostro obbiettivo quando si esegue un lifting, è il riposizionamento verso l’alto STABILE e DURATURO dei tessuti con riduzione o scomparsa dei solchi e delle pieghe del volto e del collo, e che la presenza di rughe può costituire un limite o addirittura una controindicazione all’intervento.

Infatti, in presenza di un viso fortemente rugoso (per esposizione solare aggressiva, fumo e/o genetica sfavorevole), anche associato alla presenza di pieghe e solchi moderati noi non diamo primariamente un’ indicazione al lifting chirurgico per il seguente motivo: il risultato sarebbe solo temporaneo e comunque parziale in quanto i tessuti di superficie, essendo elastosici (cioè rugosi e privi di elasticità), dopo un iniziale riposizionamento verso l’alto ad accompagnare i lembi muscolari, una volta perso l’edema post-chirurgico, nel giro di qualche mese tenderebbero a riposizionarsi verso il basso e a riformare le rughe (esattamente come un addome di paziente gravida dopo il parto, se ha le smagliature, non ritorna alla situazione originaria pre-parto, ma avendo perso elasticità tende a cadere in basso).

Pertanto una cute rugosa, elastosica, deve essere “trattata prima di essere tirata”, pena il fallimento dell’intervento chirurgico. I trattamenti medici possono richiedere diverse sedute, possono essere necessari anche molti mesi, (d’altronde le rughe si sono formate in molti anni ed il chirurgo deve avere un po’ di tempo per poterle levare) prima di ottenere un cambiamento reale della struttura della pelle; nel frattempo la paziente può essere trattata con filler a base di acido ialuronico e fili di trazione per poter vedere già dei “cambiamenti”.

I trattamenti della cute anelastica sono pressoché esclusivamente di medicina estetica (eccezion fatta per il lipofilling superficiale con le cellule staminali), quali ad es. l’acido ialuronico, la tossina botulinica, il laser, la radiofrequenza frazionata, il needling, gli ultrasuoni microfocalizzati od i peeling chimici oltre alla necessità di educare la paziente ad un’abbronzatura consapevole e ad assumere antiossidanti, alimentazione basica e vitamine che costituiscono un primo avvicinamento ai concetti di medicina antiaging.

I trattamenti medici, unitamente ad una condotta di vita ed alimentare più salutare e all’assunzione di prodotti antiossidanti portano ad un progressivo cambiamento dei tessuti del corpo e particolarmente del volto, la pelle riacquisisce elasticità perché aumenta la sintesi endogena di collagene ed elastina diventando pertanto idonea ad un intervento di lifting del volto che su una pelle più sana darà un risultato STABILE e DURATURO negli anni.

PREPARAZIONE PRE-OPERATORIA

E’ consigliabile eliminare il fumo per almeno 20 giorni prima dell’intervento. Molti studi hanno dimostrato che l’incidenza delle complicanze è 10 volte superiore nei pazienti fumatori rispetto ai non fumatori. Si consiglia inoltre, alle pazienti in trattamento con contraccettivi orali di interrompere l’assunzione di tali farmaci un mese prima dell’intervento. Eventuali tinture dei capelli sono consentite fino a tre giorni prima dell’operazione.

DECORSO POST-OPERATORIO

Alla fine dell’intervento, viene applicato un morbido bendaggio compressivo in modo da mantenere una moderata compressione su tutta l’area dell’intervento. La medicazione viene cambiata dopo due o tre giorni, le ferite vengono controllate e talvolta viene applicata una nuova medicazione più piccola di quella precedente. Il quarto o quinto giorno postoperatorio la medicazione viene rimossa e non è necessario più alcun bendaggio. I punti di sutura vengono rimossi dai 5 ai 7 giorni dopo l’intervento.
I pazienti, a seconda del grado dell’intervento, saranno normalmente presentabili nel giro di circa due settimane.

La prima settimana dopo l’intervento occorre il riposo assoluto. E’ possibile lavare i capelli delicatamente dopo la rimozione della medicazione. Dopo la prima settimana possono essere riprese le normali attività fisiche e la guida dell’automobile, dopo due/tre settimane anche l’attività sessuale. Dopo la terza settimana è possibile riprendere l’attività sportiva. Occorre ridurre I’esposizione solare al minimo utilizzando schermi a protezione estremamente alta ed eventualmente cappelli e occhiali da sole.
È quasi sempre presente un certo grado di riduzione della sensibilità davanti all’orecchio ed al collo. Quantunque la sensibilità normale tenda a riprendere gradatamente, un lieve grado di ipoestesia (riduzione della sensibilità) può persistere per alcuni mesi. Agli uomini si consiglia pertanto di essere bprudenti nella rasatura durante il periodo post-operatorio.

POSSIBILI COMPLICANZE
Se eseguito da mani esperte e in strutture qualificate, l’intervento di lifting del volto non presenta particolari rischi. E’ importante evitare il fumo di sigarette per 20 giorni prima e dopo l’intervento per favorire la cicatrizzazione ed è essenziale che la/il paziente si attenga scrupolosamente alle indicazione del chirurgo ed assuma la terapia prescritta.

Lifting viso e collo prima e dopo:
Lifting viso e collo 1.1Lifting viso e collo 1.2Lifting viso e collo 1.3


Lifting collo prima e dopo:
Lifting viso e collo 2.1Lifting viso e collo 2.2