Smagliature

Le smagliature sono delle cicatrici indelebili che si formano quando la cute viene stirata oltre le sue capacità elastiche. Questo accade tipicamente durante il periodo dello sviluppo, in gravidanza e per un incremento ponderale molto rapido.

La proprietà elastica della pelle varia da un individuo all’altro ed è legata principalmente a caratteristiche genetiche individuali più che a specifici trattamenti estetici o cure con creme “miracolose”.

Le smagliature possono essere rosse (strie rubre) o bianche (strie bianche), quelle rosse sono di recente insorgenza e rispondono meglio ai trattamenti.
Fino a qualche anno fa sono state proposte varie forme di trattamento delle smagliature, con risultati nulli, scarsamente efficaci o temporanei.

Le smagliature possono essere trattate efficacemente con il laser erbium frazionato. Esso impiega un fascio di luce laser scomposto in numerosi microfasci, con lo scopo di raggiungere il derma e stimolare l’attivazione delle sue cellule (fibroblasti), con conseguente formazione di nuovo collagene ed elastina.

Trattamento delle smagliature
Il trattamento non è ablativo, cioè non provoca l’asportazione di tessuto cutaneo superficiale e questo è essenziale per avere una minore risposta infiammatoria e consentire un recupero rapido ad un tessuto con scarse capacità di guarigione.

I risultati sono una progressiva riduzione di visibilità delle smagliature, quelle più piccole possono diventare scarsamente visibili o scomparire, quelle più larghe e depresse risulteranno più sottili e meno palpabili al tatto.

Il numero di sedute necessarie varia da cinque a sette con un intervallo di un mese da una all’altra.